Ritiri

Prossimo mercoledì 30 settembre, a partire dalle ore 18:30, avremo a Collalto il ritiro mensile, lo stop di solo un paio d’ore al mese, ma decisivo per far bilancio e ripartire con più forza.ritiro

Tieni anche presente che è già pronto il calendario dei corsi di ritiro per l’anno accademico 2015-2016. Scegline uno quanto prima e comunicacelo, per assicurare il tuo posto.
crt1516

Collalto Business Lab 2015

blab1615
In today’s professional horizon top students from the best universities worldwide are demanded of more than ever. Looking beyond academic excellence, and outstanding graduate profile is increasingly defined by creativity, out-of-the-box thinking, and structured decision making in accordance with ethical values.

Building upon this vision, Collalto in cooperation with LUISS, Elis Corporate School and EUCA has created Collalto Business Lab 2015, a unique program which brings together high-potential students and top business managers that will give participants the skills and tools needed to become a highly effective leader in the global business environment.

All participants will receive an official certificate of participation.

blab2617

Application deadline: September 30, 2015.
Entry is free, on-line registration required, please fill the blanks:

Iscrizioni chiuse

Il Cammino (luglio 2015)

santiagoDal 23 al 30 luglio un gruppo di universitari che frequentano Collalto ha intrapreso il Cammino per Santiago di Compostella, in Galizia, per onorare e venerare la tomba dell’apostolo Giacomo, lì custodita, e compiere il rituale abbraccio del santo.

Dopo una breve tappa a Madrid il 23 luglio, dove si è potuto partecipare alla messa all’Almudena, riposare un po’ al parco del Buen Retiro e gustare specialità spagnole, già il giorno 24 si era in viaggio in treno per Sarria, inizio del Cammino.

Il Cammino è durato dal 25 luglio, festa liturgica dell’apostolo Giacomo, fino al 29 luglio. Per un totale di cinque tappe di circa 25 km, si è percorsa la parte conclusiva del Cammino francese. Il percorso si è sviluppato attraverso i centri di Sarria, Portomarin, Palas de Rei, Arzua, O Pedrouzo ed infine Santiago, passando soprattutto per boschi ed incrociando qua e là strade più frequentate.

Chi ha fatto il cammino ricorda quell’esperienza oltre che per una ovvia fatica, soprattutto per numerosi momenti di incontri con il Signore, realizzati attraverso la semplicità di volti amici e sconosciuti, nella fatica delle tappe, nella vista di una natura che con normalità spingeva all’orazione, nell’accoglienza reciproca mai scontata.